Che si fa a gennaio?
di Guglielmo Mastroianni
Partiamo da un presupposto.
Il bilancio del Milan, al contrario di quello del 90% di tutte le altre società europee, è legato all'anno solare.
Ciò che spendi a gennaio, per intenderci, te lo ritrovi in meno a giugno, mentre d'altra parte, quando operi sul mercato in estate puoi farlo liberamente perchè poi, col nuovo anno, inizia un nuovo esercizio.
Questa premessa è fondamentale per capire in quel direzione abbia intenzione di muoversi il Milan sul prossimo mercato invernale.

In società, e di concerto con Allegri, si stanno valutando le priorità.
Quello che convince, al momento, e quello che lascia a desiderare. E si fanno i conti con i lungodegenti. Per capire dove e come intervenire.

Hanno fatto l'abbonamento all'infermeria in maniera quasi permanente, per la stagione in corso, Flamini e Cassano.
Va e viene Pato, ma non è una novità.

Non è ben chiaro, infine, per quanto tempo si dovrà fare a meno di Rino Gattuso, giocatore che per caratteristiche ha la necessità di essere sempre il più possibile vicino al 100% delle risorse per rendere il dovuto.
Questo il quadro clinico.

Passando a quello tattico, invece, lascia dubbi Taiwo, il cui inserimento in Italia e nel Milan è stato fin qui troppo lento e macchinoso.

A prima vista, e con queste premesse, il Milan dovrebbe avere bisogno di un terzino, un centrocampista e un attaccante.
E nell'ordine, si stanno seguendo Maxwell, Montolivo e Drogba.
Il primo è legato a Raiola, non ha spazio nel suo attuale club e si svincolerebbe gratuitamente, è eleggibile in Champions, e può essere la valida alternativa a Taiwo e Antonini.
Montolivo è stato invece seguito e corteggiato a lungo la scorsa estate, a giugno andrà in scadenza, e piuttosto che perderlo a zero la Fiorentina potrebbe accontentarsi di tre milioni.
Anche lui, aspetto da non trascurare, può giocare in Europa, e secondo Allegri sarebbe il giocatore adatto al ruolo attualmente occupato da Van Bommel, che a giugno saluterà la compagnia per andare a svernare nella sua Olanda.
Infine, Drogba. Anche lui in scadenza a giugno, anche lui avvicinato e corteggiato la scorsa estate, otterrebbe la lista gratuita già a gennaio: utilizzabile anche lui in Champions.

Il Milan sta cercando di mettere tre tasselli importanti a costi il più possibile contenuti: lo stesso ingaggio di Drogba (a cui si farebbe un contratto stile Van Bommel, ma già vincolato a un anno e mezzo), percepirebbe circa 3 mln netti.
Risparmiare per spendere a giugno, questo è quello che sta provando a fare il Milan.
Per avere, in estate, qualche fiche in più da buttare sul nome di Eriksen.
Ma lì inizierà un'altra partita
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 7 visitatori (46 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=