Game over
Ultima giornata di Premier League qui in Inghilterra e ultimi verdetti che hanno sancito le squadre che retrocedono in Championship.
A far compagnia al disastroso West Ham scendono nella seconda serie anche il Blackpool e a sorpresa il Birmingham City.
I seasiders di Holloway avevano un compito proibitivo all’Old Trafford, è vero che i ragazzi di Sir Alex erano reduci dai festeggiamenti ma qui i “biscotti” non piacciono ed i red devils hanno infatti svolto il loro compito correttamente rifilando agli orange quattro gol.

Va però detto, e tutti i giornali d’oltremanica lo hanno sottlineato, che il Blackpool ha comunque fatto un figurone in Premier.
Ha giocato un calcio iperoffensivo pur con pochi mezzi, per fare un esempio uno dei loro titolari in attacco, Jason Puncheon, arriva in prestito direttamente proprio dal Southampton, ma non è il solo, molti altri giocatori erano in prestito da categorie inferiori e quasi tutti alla prima esperienza in Premiership!

Sorprendente è stata la retrocessione del Birmingham City che il prossimo anno giocherà in Championship e al contempo farà l’Europa League avendo vinto la Carling Cup.
I blues di McLeish hanno lottato ma a White Hart Lane, contro gli spurs, hanno perso per 2-1 per merito di una splendida doppietta di Pavlyuchenko.
Chi deve ringraziare proprio il Tottenham è il Wolverhampton che ha provato a suicidarsi in casa perdendo 2-3 col Blackburn ma alla fine grazie alla contemporanea sconfitta del Birmingham ha strappato una salvezza insperata.

Strepitoso finale di stagione invece per il Wigan, a mio parere la peggiore squadra della Premier ma la qualità di N’Zogbia e Rodallega unita alla bravura del manager Martinez li ha portati meritatamente alla permanenza in Premier.

C’era molta curiosità per scoprire il futuro di Carlo Ancelotti, il buon Carletto nelle sue interviste continuava a ripetere che bisognava pazientare una settimana per scoprirlo ma la società di Abramovich, pochi minuti dopo la sconfitta di Liverpool con l’Everton, ne ha sancito l’esonero. Ancelotti avrà anche le sue colpe ma molti uomini chiave, vedi Drogba, sono in declino, e i nuovi acquisti, tipo Ramires e soprattutto Torres, hanno deluso profondamente.
Forse Carlo paga proprio questo, e cioè l’aver richiesto giocatori che poi hanno tradito le attese.

Sabato sera lo stadio di Wembley sarà lo scenario della finale di Champions League.
Il Barcellona affornterà il Manchester United nella finale più giusta, lo scontro tra le due migliori squadre europee e forse del mondo, al momento.
Come collettivo  il Barcellona è sicuramente più forte e più spettacolare ma si sa in novanta minuti può accadere di tutto anche perché sulla panchina dei red devils si siede uno dei più grandi allenatori di tutti i tempi: Sir Alex Ferguson.
Penso che Guardiola  sia molto bravo ma penso sia anche molto aiutato da Xavi Iniesta e soprattutto Messi, Ferguson invece da una vita conferma di essere uno dei migliori.
Io il mio pound me lo gioco sul Manchester United.

Speak soon!
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 12 visitatori (37 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=