DIARIO DI UNA TRASFERTA - parte prima
Archiviata la seconda...diventata prima per uno sciopero assurdo ed incomprensibile...che è passata, in 24 ore, da quasi negativa a quasi positiva...perché si è pareggiato in rimonta, dimostrando che comunque la squadra c’è, perché l’avversario era tosto, perché c’è chi ha fatto peggio di noi e...dalla Sicilia con amore...note lieti hanno addolcito questa notte settembrina vestita d’agosto.

Ora è tempo di emozioni forti e consone alla nostra storia...quell’Europa che tante volte ci ha visti protagonisti, che accende passioni uniche da vivere col fiato sospeso e l’entusiasmo a mille, perché ogni attimo si trasforma in soffi di vita che ti coinvolgono totalmente ed il solo ascoltare quella musichetta mette i brividi.

Io i brividi ed il fiato sospeso ho cominciato ad averli fin dal sorteggio...timore e speranza che da quella boccia di vetro uscisse quel nome...il primo per un giusto rispetto che si deve ad una grande e la seconda per l’eventuale affascinante trasferta da programmare...
ed ecco che il destino...beffardo e benevolo...sornione e divertito...ha voluto regalarmi la possibilità di viverla per davvero quest’esaltante esperienza...


BARCELLONA poteva essere? ...e BARCELLONA è stato!

E allora...la frenetica ricerca del volo...ma presto che in questi casi i prezzi salgono...il contatto con gli amici, compagni di altre trasferte che le emozioni targate Milan condivise sono ancora più belle...la prenotazione del prezioso tagliando che ti apre le porte del Camp Nou...e la voglia matta di esserci e di giocarcela...perché la mia squadra mi ha abituato a lottare senza paura, magari soffrire...ma comunque orgogliosamente esserci, con la sua gloriosa storia che sempre si aggiorna con nuove esaltanti vittorie...e perché no...magari l’ultima in ordine di tempo potrebbe essere in terra di Spagna, una calda serata di metà settembre...per chiudere bocche infedeli e zittire voci contrarie.

Ora tutto è pronto...ancora poche ore e l’avventura avrà inizio...le sensazioni dell’attesa sono già forti e coinvolgenti...un’eccitazione strana che tutto prende avvolge e coinvolge ed ogni altro atto passa in secondo piano...fai le cose di tutti i giorni per inerzia e ti sembra di essere già lontano e con la mente già lo sei ed anche il battito del cuore si è adeguato e lo senti che scandisce...Milan Milan...Milan Milan...l’adrenalina sale ed il sangue scorre veloce e ti senti più viva che mai...ed il pensiero è uno e solo uno...che niente e nessuno osi ostacolare questo meraviglioso vivere d’emozione rossonera!

Molti...troppi...anche milanisti...la considerano inutile, dando per scontato la nostra caduta. Ogni partita va giocata, undici contro undici e si parte sempre da 0 a 0...se alla fine l’avversario sarà più bravo faremo, come nostra abitudine, i complimenti, ma solo alla fine...perché in campo il Milan ci sarà e farà il diavolo, giocandosela alla pari...di questo ne sono più che convinta. E poi...tornando a ieri...meglio recuperare uno 0 a 2 che farsi recuperare un 2 a 0...quindi...la palla è rotonda e può rotolar laddove i più non immaginano.

Nel frattempo date fiducia e sostegno ai nostri ragazzi...ai nostri colori...al nostro destino...

Quando leggerete la sfida sarà già storia di ieri, con il suo inedito bagaglio di sensazioni ed emozioni divenute già ricordi...che vi racconterò al mio ritorno...

Camp Nou arrivo...

Alla prossima...e FORZA MILAN!
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 24 visitatori (57 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=