Sapore di grande sfida

Il prossimo turno del Campionato di Serie A metterà di fronte due grandissime squadre. Due squadre che, a cavallo fra la fine degli anni 80 e i primi anni 90, hanno dato vita a duelli storici, epici, a partite che sono di diritto passate alla storia e che hanno contraddistinto cavalcate assolutamente trionfali. Nel “Monday Night” del 28 Febbraio, infatti, a San Siro andrà in scena Milan-Napoli, lo scontro diretto. Ebbene si, nel Campionato che la formazione di Allegri guida al comando da ormai diversi mesi, c’è stata una sorpresa che ci ha fatto riassaporare tutto quello che di bello e avvincente abbiamo vissuto in passato.

Il Napoli di Mazzarri, infatti, ha trovato una continuità di gioco e di risultati davvero straordinaria, che gli consentono al momento di occupare la seconda piazza a sole tre lunghezze dai Nostri. Grazie ad uno spirito di squadra incredibile, ad una organizzazione invidiabile e ad un carattere degno della grande squadra, i partenopei arrivano a San Siro per giocare la partita più importante della loro stagione, al fine di continuare un sogno che, a prescindere da come vada a finire Lunedì sera, continuerà (come è giusto che sia) a cullare tutto il popolo azzurro.

Chiaramente, le sfide di cui parlavamo in apertura contrapponevano delle autentiche corazzate: un Napoli dove tutto girava intorno al giocatore più forte di tutti i tempi, vale a dire Diego Armando Maradona, e dall’altra parte il primo Milan dell’epopea targata Silvio Berlusconi, il Milan di Sacchi, degli olandesi, del pressing asfissiante sugli avversari e del fuorigioco sistematico. Sfide, quelle, che sono passate alla storia, come quella del primo Maggio 1988 (3-2 per Noi al San Paolo) che ci consegnò in pratica lo scudetto numero 11. Oppure ricordiamo ancora un 1-1 sempre al San Paolo del 1992 che ci diede l’aritmetica certezza dello scudetto numero 12, il primo dell’era di Fabio Capello sulla panchina Rossonera.

Oggi, indubbiamente, le due squadre non sono paragonabili a quelle viste e ammirate in quegli anni, ma ci proporranno comunque uno spettacolo degno di quei tempi; basti pensare, infatti, ai due reparti offensivi di cui possono disporre le due squadre: da parte Nostra i vari Ibra, Robinho, Cassano, Pato, da parte azzurra invece troviamo Hamsik, Lavezzi (che tuttavia non sarà a disposizione di Mazzarri) e un Cavani davvero strepitoso, che si sta rendendo autore di una stagione davvero straordinaria e che si sta confermando un giocatore moderno sotto tutti i punti di vista.

Sarà, dunque, una partita importantissima, fondamentale, difficile, nella quale si affronteranno due grandissime squadre, che hanno meritato e che meritano tutt’ora il posto che occupano in classifica. Ci vorrà un grandissimo Milan per superare questo ostacolo, un Milan deciso, voglioso, coeso, che dovrà far di tutto per essere spietato sotto porta ogni qualvolta ne avrà l’occasione. Come abbiamo detto più volte, è questo un momento in cui ci giochiamo davvero molto, un momento nel quale dobbiamo avere in testa un unico imperativo, un unico grande chiodo fisso che deve accompagnarci in ogni istante: VINCERE!!!!

 
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 2 visitatori (88 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=