NON E’ UN PAESE PER VECCHI...
Accenno di primavera , sembra tutto più bello, viene voglia di volare, di rincorrere aquiloni, di sognare. Può sognare l’Inter che ripetute e fortuite carambole l’hanno portato in alto. Lo può fare il Napoli che deve iniettarsi coraggio sui campi esterni e proteggere da ogni male “ Dio- Cavani”. Lo può fare il Palermo , che si trova quinto dopo tanti sprechi e qualche sottrazione non sempre leale ( se avete qualche minuto godetevi il secondo tempo di Lecce : sembra il Barcellona per quanto ricerca la manovra, per come la disegna. Quanto talento, che profumo di Buono!!)  E naturalmente può sognare il Milan, che rallenta e che paga un po’ tanto il riassetto in mezzo al campo dopo i travasi di acciacco. Continuo a pensare che negli scontri diretti sarà vincente perché più adatto ai testa/testa. Aspetto.

Alla vigilia della Champions e di una raffica di partite chiave in campionato ( Juve - Inter, Fiorentina- Inter, Roma - Napoli ) e dopo avervi distrutto l’umore con la “gita ad Auschwitz” ritengo di dovervi accarezzare questa settimana con pensieri in libertà , senza pretese ma con angoli di sogno. Rimescolando le nostre abitudini e le nostre rubriche “viziate”.

CONTROCORRENTE TV
Non avevo materiale fresco in quanto domenica mi sono regalato solo calcio e non appendici, ma poi mi è rimbalzato dentro una “ agghiacciante intervista” mandata una settimana fa dalla Rai alla fine delle partite. Dopo gara di Bologna - Roma , rinviata per neve al 16° minuto sullo 0-0. La signora Sanipoli che per motivi ingiustificati segue in ogni dove la Roma, intervista Malesani. Mai banale ,ma soprattutto mai intelligente sbotta “ Mister, è evidente che nella prosecuzione della gara il Bologna avrà ancora i 3 giocatori squalificati come oggi.  Avendo già giocato 16 minuti il Bologna è sfavorito da questo rinvio. Che reazione avrà la squadra ? “ Faccia appagata dell’inviata Rai. Ragionamento e domanda senza il minimo senso. Malesani guarda, vorrebbe tornare quello che per 8 minuti insultò i giornalisti in Grecia. Ma forse pensa che la signora giornalista lo scambierebbe per un complimento. La guarda tutta ( ed è tanta) e chiosa: “ le posso dire quanti punti ci mancano per salvarci ed andare a nanna signora?” Mitico.

Mio malgrado vista la stima che ho per Radio 24 ed in particolare per Gigi Garanzini  segnalo un “ controcorrente radio” che tanto mi fa male. Evidentemente in riserva di idee e con il lezioso progetto di non rassegnarsi mai, gira dalla mattina presto ( catturato da me alle ore sei) a notte fonda uno spot che reclamizza per la trasmissione pomeridiana “ a tempo di sport” la presenza   di Luisito Suarez , ex giocatore Inter, ex dirigente b, ex opinionista e sonnolento oratore. La frase usata per convincerci a stare sul pezzo è “ vorrei vedere Mourinho allenare una squadra di metà classifica e vincere il campionato. Sono capaci tutti con 4/5 acquisti eccellenti  di vincere come fa  lui “ . Allora , lo dicesse un ex giocatore del Milan o del Barcellona, anche ..anche… Ma dallo tifoso  di una squadra che prima del Mou aveva investito 800 milioni di euro in 14 anni per vincere una coppa Uefa ed un paio di scudetti per il suicidio dei nemici e che dopo il Maestro tornerà a non vincere mai più è veramente troppo . E si … brutta cosa non riconoscere , amico Garanzini , che nulla si è capito di un evento tanto ingombrante come il filotto dell’Inter  dello scorso anno.

CASA MOURINHO.
Collegato alla prosa delle righe precedenti, 2 cose sul momento del Real e del suo autista. Adebayor  va bene , non come Higuain ( impagabile) ma unito al rifiorire di Kakà, alla Ispirazione di Ronaldo ed alla determinazione del Mou, può ancora accadere di tutto. Riprende la Coppa e chissà. Pensiamo solo, per meglio giudicare che con i 54 punti  dopo 22 giornate ( oltre alla finale di Coppa di Lega ed alla qualificazione facile in Champions) il Real sarebbe primo in tutti gli altri campionati d’Europa  ( Germania  51 punti per Bourussia d., Francia 42 punti per il Lilla , Inghilterra 54 punti Manchester U. ma 2 partite in più, Italia 49 punti il Milan e 2 partite in più ). Con tutti i limiti di omogeneità , vale forse la pena di pensare che i 7 punti  di distacco sono frutto del clamoroso rendimento del Barca e basta. E comunque è più aperta di quel che sembra . Vedremo.

Nello svolazzo di queste righe mi accorgo e mi confermo che questo nostro paesello sotto compleanno (150 anni e li dimostra tutti ) non ha proprio memoria. I giovani non ricordano perché alcune cose non le hanno viste. I vecchi si sono fatti atrofizzare la mente da un’informazione maestra nel guidarci dove vuole e crede. Pertanto è senz’altro una notizia da ultima  pagina l’episodio riguardante Alessandro Del Piero, che titolare di 7 ( sette!!!) automobili, si è invelenito col comune di Torino perché non gli sono stati concessi 7 pass per scorazzare in centro, dove, fra l’altro lui non abita. Ricordo che il capitano dice di battersi da sempre per gli umili e gli ammalati ( ospedali per bimbi, beneficienze varie) e che nel suo sito compare un inno a favore del meno fortunati e contro chi abusa di fama e danaro per vantare privilegi. Memoria zero per giovani e vecchi.

Gira sui giornali il racconto di una vicenda a dir poco ingombrante. Germania, inchiesta su partite truccate e comunque scommesse illecite di calciatori. Sembra che l’80% dei calciatori abbiano il vizietto di scommettere. Da lì a vendersi la partita il passo è breve. Primavera 2006 , vigilia mondiali in Germani a che avremmo poi vinto. Giornali tedeschi scatenati : dopo Moggiopoli l’Italia sarebbe da escludere dal mondiale. Anche qui memoria zero per giovani e vecchi, ed in questo caso addirittura per i panzer.

Radio radicale è un pezzo della nostra vita. Originale , presente, povera.  Adeguata pertanto ai tempi. Ma troppo povera. Sta per chiudere si dice. Pannella ( che non risponde a segno ad una sola domanda da 10 anni) ed Emma Bonino ( difesa di mille diritti, forse troppi) insultano il nostro Presidente del Consiglio, da anni. Rivelata oggi una trattativa in corso per sostenere fino al 2013 il governo in carica. Sembra 10 milioni di euro offerti per Radio Radicale. E chi mi restituisce i 100 euro dati 2 anni fa per non farli morire?. Io mi ricordo, ma anche qui memoria zero per giovani e vecchi.

Basta, sono sfinito nel tentativo di ricordare e non sentirmi troppo cadente. Mi alzo dal divano ma mentre provo a spegnere la tv ( 6 telecomandi per un digitale che non funziona quasi mai, ) vedo uno studio televisivo , una signora arruffata, incazzata nera che prende e se ne và. Sembra non sia la prima volta. E’ una signora in carriera politica , Dott.ssa Santa …. , ma no, niente nome, vuoi vedere che scappa anche da questo articolo. Molto energica, al punto che 2 anni fa sosteneva che non si può stare al fianco di chi vede nelle donne solo un animale in posizione orizzontale . Adesso,mentre esce per la terza volta da una trasmissione in corso, urla che vuole stare al fianco di chi sembra veda le donne come mammiferi a pagamento. Che male ci sarà. Mi torno a sedere sul divano, riesco finalmente a spegnere quella merda di tv. Riesco a convincermi che non c’è memoria , che non è un paese per giovani, non è neanche un paese per vecchi.  Forse semplicemente questo non è un paese!!!
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 2 visitatori (34 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=