MONOPOLY
Lo sapevo. Dopo settimane di immersione nel fiume Default, dopo avere sfogliato per giorni e notti giornali e telegiornali… lo sapevo che avrei finito per sognarlo. E cosi nella notte che dal 4 porta al 5 dicembre, la notte prima degli esami , la notte che precede il decreto “salvaItalia” di Mario dott. Monti, io ho sognato tutto. Ed adesso ve lo beccate in pancia.

Stavo seduto sul mio letto, i piedi schiacciati dal  minuscolo gattino Ragù(e se dura così lo può proprio diventare ragù) , ai bordi del letto un solo giornale (La Gazzetta dello Sport)e che tentava di salvarmi dal “manovrone equo che più equo non si può”  .
Nella parte di letto abitata da nessuno un riconoscibile cartone verde, quadrato e con i bordi di mille caselle a diversi colori, pacchi di soldi di svariati tagli(finti ma forse non molto  più fasulli dei nostri eurini) : signori ecco  il MONOPOLY.
Il clima in camera era un po’ annebbiato dal fumo di una canna che, come il condannato a morte, avevo scelto di fumare come ultimo desiderio. Dolce ma sintomatica una musica , colonna sonora del grandioso film “La Stangata”.

Lancio i dadi e quasi subito mi sento come Moratti lo stolto quando, partito Mourinho, aveva sorteggiato i successori a caso, finendo sempre nella casella “vicolo stretto”.  Invece no, “Tassa patrimoniale”. Leggo dietro :”Tassa da applicare in modo progressivo ai grandi patrimoni, sommando beni mobiliari ed immobiliari”.  Ottimo penso, di sicuro il sobrio Monti l’avrà proposta. Ici, pensioni, Iva, barche, auto….Nemmeno l’ombra !!!Cominciamo male Montino ….
Deluso ributto il dadino e finisco nella casella “Imprevisti”. Giro la carta che recita: al fine di evitare sorprese i ministri di un governo serio non devono avere alcun conflitto di interesse, cioè nessun incrocio fra il prorpio privato ed il pubblico”.
Mi dico .. figurati.. uno della Bocconi non conosce questa sontuosa regola.  Su 14 ministri , la metà non hanno questo requisito, sono totalmente in conflitto ed incrociano clamorosamente il bene comune con il proprio bene. Esempio: per partecipare al monopoli il neo ministro dello sviluppo Passera ha preteso 2 norme (da Wikipedia): 1)che lo stato garantisse da subito il rimborso delle obbligazioni bancarie sotto scacco del mercato, facendosene garante rendendo meglio vendibile lo sterco debitorio degli istituti di credito sul mercato 2) la norma sulla tracciabilità data in pasto ai locchi di piazza (sinistra in primis). L’evasione fiscale per quegli importi è stimata al 3%, quindi irrisoria. Si prevede un incremento dei costi bancari dai 150 ai 200 euro a famiglia e l’emissione di almeno 2 milioni di bancomat o carte di credito.

Aspetta .. aspetta.. Passera … San Paolo … Banche .. bonus sugli utili per lui ed amici del giaguaro … aspetta .. aspetta …
Porca vacca, dammi sto dado. Lancio… Casella “energia ”. Beh qui Monti non può fallire. Ha urlato “equità… equità .. equità”. Vedrai che andrà a spillare soldi alle multinazionale dell’energia, ai venditori di un bene che quest’anno darà ad Eni e compagnia il più grosso e vergognoso utile di sempre. Macchè, unico accenno alla materia… piccolo ritocchino alle accise… quindi aumento della benziana a breve e manager del settore con la panza piena di soldi.

Dammi sto cazzo di dado. Ancora “Imprevisti”. La carta recita: uno stato moderno deve vendere le frequenze libere al miglior prezzo possibile in funzione del bussines che ne deriva.. Qui ci siamo. Chi c’era prima, per motivi “strani”, ha regalato a Mediaset e Rai un valore di oltre 15 milioni di euro per acquistarsi gli spazi di trasmissione. Dai Montino, questo è facile, vai a prendere questi soldini .  Ancora nooooo. Nemmeno questo… nooooo !!!
Rinuncio a cercare la nuova norma che impone alla Chiesa il pagamento dell’Ici (quasi un miliardo di euro); questo tutte le domeniche va in chiesa , con la moglie e manca un po’ un bel cagnetto, magari uscito anche lui dalla Bocconi. Che figura farebbe ?
Ragù scende dal letto , capisce che tira aria poco sana. Faccio un ultimo tentativo e mi esce “tassa di lusso”. Un sospiro, qui il professorone che sobrio sobrio è stato visto in unostadio gridare all’arbitro che nega il terzo rigore alla sua squadra :  arbitro disattento… che classe amici e sul lusso non ha rivali, lo sento. Tassa sulle barche, macchine prestigiose, aerei.. e mille altre pugnette. Incasso previsto un mlione e mezzo di euro. Accidenti. In un angolo del manuale delle giovani marmotte c’è il conteggio di quanto incasseremmo se, anziché l’offensivo 1,5% fissato da Montino , si applicasse un’aliquota pari a quella pagata in Germania (poco sotto il 30%) per reimpatriare i capitali dall’esterro: venti milioni di euro. Quasi l’intera manovra.

Adesso basta, mi girano le … e vado a vedere un po’ di tv.  Riesco dopo molti tentativi ad oscurare il “piccolo fiammiferaio  neo presidente”,  perennemente  in tutti i canali e … finalmente calcio.
Prendo il telecomando e lo agito come stessi creando un cocktail salva vita (non salva Italia chiaro ??)

Ibra – gol  e mille meraviglie e tanto per alimentare i sospetti su di me penso veloce: questo da solo si può vincere tutto… udute udite.. anche la Champions.
Mi riguardo la Juve e , oltre ad arrivare a fine partita più stanco dei giocatori per la frenesia ed il mordente.. ma chi ha preso Lichsteiner, Vidal, Pirlo, Vucinic, Matri … è parente con chi ha comprato Diego, Poulsen, Motta, Amauri, Krasic. Forse anche qui, come a Monopoly, si finisce spesso nella casella “imprevisti, magari in attesa di finire in prigione..

Ma fermi tutti, ecco, arriva il nosto passatempo preferito:  Inter.
Fa perfino tenerezza vedere il presidente in tribuna bestemmiare come l’ultimo dei tifosi, vedere Ranieri che tiene le braccia ed il viso nella stessa posizione gioia /dolore sia che sia quart’ultimo(realtà) sia che vinca la Champions (fantasia). Quello che è successo alla beneamata in 18 mesi non ha precedenti. Ed io prometto che, salvo retrocessione, fino a maggio non parlo più dell’Inter.

Inavvertitamente schiaccio un tasto del telecomando e mi compare una signora, bruttina, che da un banco ministeriale, piange. E’ la ministra Fornero. Penso subito sia una tifosa di Luis Enrique e del suo fantastico modulo “Barca che Borsa”. Poi scorgo al suo fianco una fila di ministri professori banchieri(bruttissimi come nemmeno a scuola vidi mai) e immagino gli sia arrivata in diretta, la notizia di un incidente del figlio modello Sandra Milo.
Quando il tg1 di Minzolingua chiarisce che la ministra del Lavoro è disperata per la severità della manovra e per come rovinerà per sempre milioni di famiglie… lancio i dadi e ….. lo sapevo, esce la casella “in prigione”.

Un canale tv sfuggito non si sa come alle spiegazione del perché essere felici mentre ci vuotano tasche e cuore, manda un po’ di foto dalla Spagna. Siamo a meno 5 da Barca-Real Madrid   Ci si arriva con una doppia pioggia di gol , con la candidatura a Pallone d’oro di Messi, Xavi e C.Ronaldo. Voglio raccontarvi però, dal sito del Real, la storia  
dell’acquisto di uno dei giocatori che stanno facendo la differenza : Di Maria del Real. Arrivato a Madrid, Mourinho lo ha scelto come primo giocatore. 21 anni allora, dal Benfica, poco conosciuto ed un brutto mondiale alle spalle, è andato di persona e se lo è portato a casa. Gli ha cambiato ruolo, atteggiamento e ne ha fatto un giocatore completo, un esterno che può giocare ovunque, fare il rifinitore e segnare. Rincorre come mai fatto i nemici che avanzano. Metà dei gol di Ronaldo passano da lui.  Questo è capire di calcio.

Spengo la tv mentre penso per un attimo che sono contento che torni in pista Serse Cosmi con il Lecce. Lui e per altri versi Zeman sono un po’ quella parte rumorosa e silenziosa insieme dell’anima dei poveri, che bussano al Paradiso. Nessuno apre la porta perché l’usciere, dall’altra parte potrebbe essere… Gasperini.. Ranieri… Mihalovic.. Ballardini … Bisoli … L.Enrique … C.Ferrrara .. Del Neri ..Leonardo …

Basta , torno a letto , ma avevo scordato il Monopoly. Ancora li. Fammi fare 2 tiri ancora
“Università”. Non ci credo più. Infatti il Montino quì nulla può. Si sta sfasciando tutto e mi viene in mente il liceo di mia figlia che sa di vecchio e soprattutto con porte e cessi da rifare, con la carta che manca . E meno male che lei non sa che basterebbero gli stipendi o le pensioni della Mussolini o di Ilona Staller per far stare meglio 200 scuole decadenti.
Però non puoi fare cosi, zanzara. Niente andava bene prima , niente ora. Stai a guardare il capello, perfino se la nostra economia è finita in mano al peggior banchiere del secolo, portatore e salvatore a nostre spese e per i suoi porci comodi di Alitalia (il dott. Passera).
Guardaci meglio, qualcosa di buono trovi, il Presidente del Consiglio  si è perfino tolto 5.102,42 euro al mese (sugli altri 20.000 che guadagna come senatore a vita e 15.000 come professorone Bocconi  ssssssss…… silenzio).

Dadi… casella nuova… e torno al Via !!! Sorrido, finalmente, torno bambino. All’inizio, la mia cameretta piena di poster ingialliti, il mio tempo pieno di cose buone. Le mie notti ad aspettare  un calcio di rigore (a favore, ovvio ). La mia mamma che non piangeva mai davanti a me.
Torno al Via e porca vacca se sono felice. Mi faccio un governo per conto mio con tutti i miei amici.. Andrea ministro delle finanze, Claudio ministro dello Sport, Piero ministro della Salute,Daniele ministro dei rapporti con il Parlamento , Maurizio ministro dei rapporti con il Padre eterno. Nessuna donna… va beh ,, la Mamma ministro della Giustizia…

Suona la sveglia. Era un sogno… Alzati. Ci sono le TRE I che ti aspettano, le TRE I che ti ha affibbiato la storia ed il mondo :… “insolvente   , impoverito  ,    infelice”.
Per la “quarta I “ vi aspetto al Bar Sport, li ancora si può parlare come si vuole
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 2 visitatori (90 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=