I dieci comandamenti
Qui proprio non si può mai stare tranquilli. Immagini e scrivi un articolo con delle cose che, come le manovre finanziarie salva Italia modello Win for life di questa sporca estate, valgono la sera ma la mattina..olè… niente più. Pensi un pezzo sulla champions e poi ti succede che gli ex campioni d’Eurpoa (Inter)acquistano un giocatore che sposta(Forlan), per una manifestazione che lui però non potrà giocare. Provi a dar ragione  ai calciatori in sciopero,pensi di essere fra i pochi ma poi scopri che a babbo morto un po’ tutti la pensano così. Allora faccio partire la mia personale ricarica salva vita e come ultimo scritto ante campionato, butto li 10 pensieri alla rinfusa.. Dieci comandamenti, tanto qui tutti esagerano
 
PRIMO
In appendice al precedente numero un aggressivo lettore mi segnala la bontà di quei  numeri globali. Calciatori, dicevamo allora, in parte pagati in ritardo o mai. Mi dice però stizzito: senti, scrivi pure che è scandaloso che l’allenatore del Gubbio o il portiere del Torino guadagnino più di un chirurgo. Risposta, Sì, è scandaloso, ci stiamo arrivando. 10 anni fa li prendeva anche il terzino della Lodigiani, ora siamo a Pecchia e Coppola. Piano,,, piano amico, ci stiamo arrivando
SECONDO
Mercato. Zarate all’Inter, Nocerino al Milan, Elia alla Juve, Gago all Roma. Solito ultimo tuffo per disperati dell’ultima ora. Ma dentro c’è sostanza per Milan (giocherà tanto Nocerino, vedrete) e forse Juve ( finto esterno di attacco del finto 4 2 4 di Conte). Per logica tattica l’ultimo da acquistare dalla Beneamata era Zarate. Impagabili. E gli danno pure un premio per gli assit. Confermo idea di partenza: scudetto facile al Milan  e poi Lazio, Juve e Napoli  un giro  dietro e  dieci punti dietro. Floccari al Parma per una squadra divertente e sorprendente dall’attacco imprevedibilissimo, un flipper che può vincere. 
TERZO
Capocannoniere. Non si uscirà dal triangolo Ibra, Cavani , Klose. Ma penso a tanti gol per Acquafresca e Vucinic. In attacco saremo sopraffatti dai gol stranieri più dell’anno finito.  Comunque sono sorpreso che Parolo non lo abbia cercato nessuno con tanta voglia.Clamorosa invece l’invasione dei portieri da fuori. Sono 11 su 20 titolari in serie A. Mai successo. Costi più ridotti e pigrizia fanno crescere una tendenza senza motivi. Vedremo. Di tutti mi piace moltissimo Handanovic fra le conferme e Stekelemburg fra i nuovi. 
QUARTO
Il polipo Claude, come preannuncciato, ha parlato. Solo a fine stagione vi svelerò l’identità, per ora ha appoggiato i tentacoli così:
Campionati a Milan, Barca,Manchester United e Bayern M.
Champions Al Barcellona (che noia polipo, che noia !!!) e Milan Inter Juve e Roma ai prini 4 posti in Italia . Samp. Bari e Torino promosse, Cesena Lecce Novara in serie B e Cavani capocannoniere. Risparmio al nostro pubblico il primo allenatore a saltare. Sei scusato , con Zamparini non si può mai sapere ed era comunque troppo facile dire Pioli.Tutto questo , come segnala il polipo, se si rivela infondata la notizia del ritorno di Leo il Triste all’Inter. Con la sua sapienza scombinerebbe tutto, anche l’infallibilità del nostro collaboratore marino. 
QUINTO
Rivoluzione tattica (o anche no )
Si parla di coraggio, di far gioco, di giocare per vincere, di ore ed ore di studio, compiuter compreso. Alla fine ne esce che lo schema più praticato sembra essere il 4 3  1 2  con sette squadre. Poi il 4 3 3 con cinque, Poi il 4 4 2 ,4 4 1 1 ed il 3 4 3 con due team all’opera. Solitari il 4 2 3 1 della Lazio modello Mourinho ed 4 2 4 mascherato del sig. Conte. Amici è tutto finto. Le punte esterne (le vecchie ali, che bello) del 4 3 3 (es. Cesena Lecce Catania) passeranno gran parte della loro vita ad inseguire avversari a caccia di gloria.Il capitano juventino dei tempi andati mangerà la faccia a Krasic, Pepe ed Elia perchè  o imparano a coprire 50 metri di campo difendendo sudando o “ A lavorare”. Forlan si è già venduto l’anima al diavolo e si è reso disponibile a copiare Eto’o (impossibile) . Ad essere generosi il più coraggioso sembra essere Reja se riesce a mettere dietro Klose  tre trequartisti puri come Cissè Hernanes e Mauri. Però quanti inganni dietro sti numeti !!
SESTO
Mi collego al comandamento precedente per una finestra di storia. I più fedeli ricorderanno come ritenessi l’unica rivoluzione tattica di fine secolo lo spostamento in linea del libero, diventato centrale. Il resto, aria fritta. Seguitemi.
Zoff, Gentile Cabrini Oriali Collovati Scirea Conti Tardelli Rossi Antognoni Graziani.
Facile no. Campioni del mondo 1982. Mamma mia. Ragionando come fanno i geni attuali in tv siamo di fronte circa ad uno schema “ 4 3 1 2 “ . 
Nei 4 dietro c’era un  libero sempre addetto alla manovra ed un terzino in sistematica priezione offensiva (Cabrini e Scirea). Nei 3 in mezzo un tornante solo propenso ad offendere (il grandissimo Conti). Antognoni rifinitore quasi mai a rincorrere l’avversario e Graziani e Rossi che non rientravano nemmeno sui corner. 
Fummo accusati di essere la squadra più difensiva che mai avesse vinto un mondiale.  Magari è lo stesso inviato che spacciava lo scorso anno il 3 4 3 del Napoli come uno schema spregiudicato. “2 punte davanti e 5 giocatori in mezzo a fare della legna” Spregiudicatissimo ….. 
Continuiamo a prendreci per il culo. 
SETTIMO
Lo Sgiornalaio questa settimana ruba i quotidiani del 1 settembre, fine mercato. 
Tuttosport, deluso dal mancato acquisto di un centrale da parte della Juve, sentenzia: “Conte nto noooo. E’ il mercato dei poveri” . Oltre al poco originale gioco di parole, il giornale del “partido bianconero” boccia il calcio mercato nel suo complesso.
Corriere /Stadio, entusiasmato dalla pioggia di giocatori arrivati last minute alla Roma (ci fosse un titolare dalla squadra di provenienza) :”Super Roma, super mercato”
Gazzetta dello Sport, come sempre più precisa ,nel fondo di prima pagina boccia in parte il mercato  facendo una semplice comparazione fra arrivi e partenze.
Tuttosport da zero al mercato, Corriere da dieci, Gazzetta sei. L’obbiettività e l’ uniformità ammazzano. Buon lavoro.
OTTAVO
Come promesso aggiorniamo la ”stecca Brunetta” . Rammento intervista del 10 agosto (in 3 mesi Italia a posto). Meno 65 giorni alla scadenza… sinistri scriccolii , messaggi di paura dai nostri nuovi padroni (Germania Francia Bce). Denaro più caro e mercati in caduta, non tanto quello dell’indice Mib, ma quello dove comprare il pane. Brunetta .. Brunetta
NONO
La Movida de Spagna vive tensioni senza pari già ora per il film Real /Barca. Calci, calcioni, spintoni, sputi, dita nelle orecchie.. Interessa qualcuno chi ha più ragione fra i ballerini del Barca e Mourinho ?. Nooooo. La cosa più bella è il sentirsi disturbato da parte del maestro dal tentativo di Casillas di ricucire lo stratto con i nazionali blaugrana. Fantastico, la macchina è in moto ed il mister ha chiarito che in giro dei portieri ne trova. O se ne trova. E adesso tutti in campo. Cattivissimi. Che bello.
DECIMO
Ultimo ma non ultimo comandamento è un sms disperato. 115 giorni senza campionato, senza Europei, senza Mondiali provocano danni irreparabili. Gente sfinita, sabati sera e domeniche vissute come fossero lunedi mattina, moglie, fidanzate e suocere fastidiose anche quando tirano l’acqua in bagno. Quando l’altra sera mi sono trovato pur di eccitarmi a tifare per le Isole Far Oer ho temuto il peggio. Sono scappato a letto ed ho sognato un super match fra Chievo e Novara, ovviamente zero a zero. 115 giorni, non fatelo mai più.
 
Chiudo con la triste  e personale sensazione che nei 10 comandamenti su pietra avrebbero forse poturo toglierne almneo uno non rispettabile (indovinate quale… non desiderare ecc. ecc. ecc.) e farne uno che invitasse allla coerenza. Si UNIDICESIMO COMANDAMENTO, LA “COERENZA”.
Mi vengono in mente mille esempi , di calcio. di informazione, in famiglia, al lavoro. Ma mi limito e senza offesa, a citarne uno che come un fulmine mi ha aperto gli occhi sul perchè questo paese ha i politici che si merita, che ci meritiamo.
Poniamo che una sera si trovino in un tavolo 10 persone, tutte di sinistra Poniamo che siano persone che leggono e ragionano. Poniamo quindi sappiano cosa vuol dire essere di sinistra. Dipendenti, liberi professionisti, sfigati e falliti, disoccupati potenziali Tutti rappresentati. Ad uno danno fastidio i meridionali, ad un altro che i soldi guadagnati a Milano vengano spesi a Palermo, un altro si illumina quando parla di una villa sui colli, un altro ancora sfiora l’orgasmo quando parla di una macchina da 100.000 euro. Non manca chi gradisce l’apertivo a Milano Marittima, meglio quello che non metterebbe però mai i piedi in acqua ai lidi ferraresi (puzza l’acqua, ma forse non è l’acqua ). Ah, un attimo c’è il paparino felice e bello tronfio per il figlio che  studia a Londra o che si vanta di avere comprato in pieno centro il mono locale per fare alzare tardi il rampollo che va all’università. Come no. E mentre la serata sta scemando arriva l’ennesimo extra cominitario al tavolo, con l’ennesimo oggetto. A quel punto il popolo di sinistra, stremato, lascia che il più spiritoso gli dica: “ma sai che sei il quarto in mezz’ora, cazzo ?” Lui si gira e va via. Tanto la stessa cosa gliela già detta il tavolo prima, un gruppo di giovani , tatuati di svastiche , saluti romani e la scritta “volere è potere” . E lui non capisce più la differenza. Qualcuno lo avvisi che non la cerchi la differenza. Perché non c’è !!! 
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 2 visitatori (99 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=