Silver Surfer Requiem
Il cerchio della vita in tutta la sua maestosità. Nasciamo nel fuoco, e viviamo nella fiamma delle nostre passioni, illuminando il mondo attorno a noi. Viviamo e moriamo nel fuoco, sapendo che quando moriamo rinasciamo nella mente e nello spirito di coloro che seguiranno il cammino che abbiamo rischiarato per loro negli anni. Il cammino che un giorno ci riporta tutti a casa. Quando finisce la luce
E' così che inizia. L'ultimo grande viaggio del cavaliere d'argento verso una meta da cui non ci sarà ritorno.

Una storia narrata in modo poetico, attraverso parole profonde che tingono la storia di un’infinita tristezza.
Il ritmo lento e riflessivo rapisce il lettore e lo porta vivere in prima persona la fine, il requiem di un grande personaggio dell’Universo Marvel.

In Silver Surfer Requiem ogni tavola è un dipinto, che infonde ciò che normali disegni non avrebbero potuto fare.
L’intreccio tra la narrazione poetica e questi fantastici dipinti lirici e immensi, portano la storia ad un livello altissimo e dona anche alla morte di Silver Surfer quella tristezza che rende quest’opera unica e imperdibile.
Un vero capolavoro.

Si è sempre parlato di Silver Surfer come di un personaggio un po' filosofo.
Eppure, a ben guardare, la definizione sembra superficiale.
Silver Surfer non sviluppa un pensiero rigoroso e sistematico basato su precise categorie.
Piuttosto, lo si potrebbe definire un personaggio riflessivo.
È un uomo esposto alle immensità della natura e agli abissi dell’umano, di fronte alle quali, pur con tutto il suo potere, è impotente. In questa condizione, Norrin Radd è costretto a porsi delle domande, a esplicitare i dubbi dell’essere umano di fronte a quelle immensità e alla propria natura. È costretto, in altre parole, a riflettere ciò che proviene da fuori, quasi la sua pelle d’argento fosse metafora di questo, oltre che della sua purezza.

Se non siete lettori di supereroi e siete prevenuti nei confronti di questo genere a Fumetti allora lasciate perdere.

Al contrario se siete lettori di Fumetti non potete assolutamente perdervi questa storia. Perché vi entrerà dritta nel cuore e non la dimenticherete mai.
In questa storia, completamente slegata dalla continuity ufficiale, Straczynski ci regala un’interpretazione toccante e delicata degli ultimi momenti di vita di un eroe che ha fatto della libertà il suo vessillo, e che diviene l’emblema di colui che, dopo aver vissuto una vita al pieno delle sue potenzialità, non mostra alcun rimpianto nei confronti della morte.

Molti di noi potranno chiedersi cosa mai ci sia di così appetibile dietro un figuro metallizzato che cavalca lo spazio a bordo di un improbabile surf stellare.
È il fascino straordinario della libertà, dell’assenza del limite, del non sentirsi vincolati da nulla, neanche dalla corazza meccanica di una nave spaziale, quando si accarezza l’immensa, maestosa bellezza dell’universo.
Silver Surfer è un personaggio che non è mai stato legato a una sede definita, non ha mai conosciuto i limiti di un dovere preciso, e in quanto tale ha potuto sviluppare una straordinaria empatia nei confronti della vita e del cosmo, attingendo da entrambi le proprie emozioni, pienamente.
Questo personaggio diventa nelle mani di un autore talentuoso lo strumento per lanciare un messaggio senza tempo: vivere la propria vita al pieno delle possibilità, senza altri freni che la nostra dignità e l’amore per un mondo in pace e armonia. Perché solo un mondo in pace è un mondo libero, senza catene, senza doveri, senza i limiti che l’odio, la sofferenza e la guerra comportano. E Silver Surfer è un simbolo di libertà.

Le ultime ore di vita dell’eroe che più di ogni altro ha compreso il senso della vita.
Tavole senza tempo e senza spazio, dove la magnificenza del cosmo, con i suoi oceani luminosi di stelle, le sue oscurità e le sue bellezze, trova piena realizzazione. E piuttosto che preoccuparci della morte che incombe, ci sembrerà quasi di poter sentire sulla pelle il vento e la velocità che per tanti anni hanno accompagnato il Surfer.
Una delle Migliori storie Marvel di tutti i tempi, fidatevi.

"Siete un'unica razza, con gli stessi obiettivi, gli stessi sogni, le stesse paure. Mangiate lo stesso cibo, dormite tutti nello stesso modo. Quindi dovete trovare un modo per differenziarvi... per giustificare il fatto di uccidervi gli uni con gli altri. Confini, nazioni, quartieri, religioni, nomi, moda. Uccidereste per un paio di scarpe. I vostri leader vi sfruttano per la loro sete di potere, e voi siete felici di permetterglielo, in modo che possano uccidere quelli che avete deciso che non sono come voi. Siete una razza di folli"
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 24 visitatori (74 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=