dopo Juventus-Milan

Un campo difficile, una squadra che non ti fa giocare, fisicità, scontri e spazi stretti… il gol che ha risolto una partita del genere non poteva essere più appropriato! La “ciofeca” come l’ha definita Gattuso, che ha determinato Juventus-Milan, è il gol “giusto” per un tale match. Tuttavia la felicità per Rino è totale, uno che di solito non segna, e neanche fa segnare (anche se ultimamente ha regalato qualche assist) ma si sacrifica, corre e lotta per novanta minuti. Ieri sera ha completato l’opera, regalando anche tre punti che nessuno si aspettava o meglio sperava arrivassero per i rossoneri. “Tutte le squadre dietro ci guardano e aspettano una nostra sconfitta – ha sottolineato Thiago Silva - ma dobbiamo continuare tranquilli. Noi domani guarderemo le partite e lasceremo loro dietro un po’ tristi”.

Il brasiliano, autore anche ieri di una prestazione che ha demoralizzato gli attaccanti bianconeri, ha mostrato tutta la sua felicità nel postpartita, “Allegri da tanta fiducia alla squadra, ci si difende e si attacca tutti insieme, così si gioca a calcio”. Fiducia e ottimismo che a Milanello non mancano quest’anno, dalla palestra alle partitelle, che non vogliono mai finire: “I segnali sono comunque importanti, abbiamo consapevolezza nei nostri mezzi – ha puntualizzato Gattuso a fine gara - Spesso Allegri deve interrompere le partite in allenamento per troppo agonismo, ogni volta che c’è questo spirito e modo di lavorare alla fine riusciamo sempre a vincere qualcosa”.

La gara è stata letta al meglio da Allegri, che come ha rivelato Abate, non ha smesso un minuto di dire alla sua squadra di far girare palla, perché prima o poi lo spazio l’avrebbero trovato, così come il gol. Ma il Milan non ha trascorso novanta minuti solamente facendo circolare la sfera, ha difeso, e bene, non è un caso infatti che la foto di Abbiati sia finita ancora sulle pagine dei giornali con la didascalia S.V. (senza voto). L’unica vera e propria occasione per la Juve è arrivata infatti negli ultimi venti secondi, in una situazione “confusionale” nell’area del Milan dopo una rimessa laterale, imbarazzante se si pensa che era Juventus-Milan, una partita storica (forse una volta).

“Mi è piaciuto il fatto che non abbiamo mai concesso, così come contro il Napoli – ha precisato Adriano Galliani - Abbiamo avuto due palle gol all’inizio con Ibra e Cassano, credo che la vittoria sia meritata. Credo che fare sei punti tra Napoli e Juventus sia un buon segnale”. Unica nota negativa della serata è l’infortunio a Kevin Prince Boateng, che in un violento scontro con Felipe Melo, ha subito una distorsione alla caviglia, che probabilmente, (se si esclude un recupero lampo) non lo farà scendere in campo al White Hart Lane mercoledi sera contro il Tottenham. Ma come ha esclamato Galliani, “Non pensiamo sempre e solo alle cose negative dopo una vittoria del genere, altrimenti non si gode mai”.

 
MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 12 visitatori (64 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=