Un mercato trasparente
di Massimo Reginali

Logo


Durante tutta l'estate noi di Milan Day (il nostro Guglielmo Mastroianni in primis) vi abbiamo parlato delle trattative del Milan in questa sessione di mercato.
Vi abbiamo riportato notizie non da giornalisti, quali non siamo, ma da semplici appassionati che hanno la fortuna di avere, come amici, gente molto vicina all'ambiente rossonero e che è tutta verificabile per chi ha la voglia di sfogliare il nostro sito guardando i nostri video e le nostre foto.
Alla fine del mercato ci sentiamo in dovere di ribattere con fermezza all'accusa del "non ne avete azzeccata una". Potremmo ribattere con un semplicistico e pilatesco "noi vi raccontiamo quello che ci dicono" ma non sarebbe serio verso chi ci onora della sua amicizia e, soprattutto, non sarebbe la verità.
Quello che vi abbiamo raccontato è realmente quello che è successo... e se permettete, passiamo a dimostrarvelo pregandovi di non credere a quello che leggete oggi ma confutando le parole odierne con quanto scritto da noi questa estate e contenuto nei nostri archivi.
Un'ultima precisazione... se avessimo voluto lanciare "bombe" prive di fondamento per avere visite, ci saremmo creati degli utilissimi nick anonimi dietro ai quali nascondere il nostro nome e cognome per salvaguardare, oltre che la faccia, anche la nostra vita sociale. Il fatto che ci siamo sempre firmati in modo riconoscibile dovrebbe far pensare... o no?
Ma andiamo oltre e ripercorriamo le tappe di questo mercato da noi raccontate

...fatti, non bufale
1) Kakà - quando, già dallo scorso dicembre, tirammo fuori la notizia dell'intersse del Milan e di Kakà nel riunirsi venimmo presi per matti. Nessuno ne parlava. Poi, piano piano i media cominciano ad occuparsene ed arriva il "vediamo" presidenziale dopo il trofeo Berlusconi.
Credo, a questo punto, si possa certificare la "non bufala"
2) Hamsik - Credo che le parole di Hamsik alla Gazzetta dello Sport di inizio estate non lascino spazi a dubbi su quanto da noi anticipato in merito. Possono rimanere dubbi sulla motivazione da noi descritta per il non trasferimento, ma se quella fosse (per noi è) la vera motivazione, non potremo che saperla (forse) tra qualche anno.
"non bufala" certificata
3) Fabregas - siamo stati i primi a parlarvi di Cesc. Nessuno ne parlava. Venivamo guardati come dei visionari. Poi, piano piano, la stampa italiana ed internazionale iniziano ad ammettere l'interesse e la trattativa del Milan sul calciatore.
"non bufala" certificata
4) Balotelli - vi abbiamo detto che sarebbe arrivato come "ricompensa" a Raiola per l'ottimo lavoro fatto con Fabregas. Il catalano è a Barcellona e Balotelli a Manchester
"non bufala" certificata
5) Montolivo - vi avevamo detto che era la prima scelta italiana di Allegri, che Milan e Fiorentina non si trovavano d'accordo sulla cifra del trasferimento, che se non fosse arrivato oggi sarebbe arrivato nel 2012 a parametro zero. Il fatto che la Fiorentina abbia tentato sino all'ultimo di piazzarlo all'estero ed il fatto che lo stesso Montolivo debba ricorrere ad un comunicato stampa per calmare le acque fiorentine... la dicono lunga su quanto da noi descritto
"non bufala" certificata
6) Schweinsteiger - nonostante le grandi firme del giornalismo italiano noi vi abbiamo sempre raccontato di un trasferimento possibile solo, eventualmente, il prossimo anno
"non bufala" certificata
7) il silenzio del Milan - "E' un Milan indecifrabile e muto" uscimmo con questa frase a ridosso di ferragosto. Ci fu rinfacciata come la via di fuga per l'imbarazzo Fabregas... qualche giorno dopo uno dei più accreditati giornalisti in materia mercato (Giulio Mola) scriveva "mentre di Inter e Juventus si sa tutto, dal Milan non esce nulla. E' un Milan indecifrabile"
"non bufala" certificata

...veniamo a quello che si leggeva o vociferava
1) De Rossi - mai accreditata e spacciata per possibile la notizia del suo passaggio al Milan
2) Bale - ne abbiamo sempre parlato come ipotesi, se non remota, remotissima. L'ultima volta che ne abbiamo scritto, abbiamo consigliato i nostri lettori di raddoppiare le elle del cognome del calciatore per descrivere cosa a noi risultava
3) Eriksen - mai, da noi, accostato al Milan
4) il silenzio del Milan - ci torna utile anche per dimostrare che la miriade di nomi fantasiosi accostati ai rossoneri, nascessero proprio dal silenzio di via Turati. Silenzio assoluto, tanto che Nocerino è stato un fulmine a ciel sereno

...il nostro unico errore
5) Aquilani - lo avevamo etichettato come "giornalata". A parziale scusante possiamo solo dire che, chi ci fornisce le news, in quel momento stava navigando a vista nel silezio rossonero.


...concludendo
Ci pare di aver ampiamente dimostrato come, Milan Day, non parli a caso.
Ci pare altresì doveroso ricordare a tutti che noi vi abbiamo raccontato le trattative in essere ma che non siamo noi, od i nostri "amici", a chiuderle mettendo la firma sui contratti.
Come non eravamo dei "fenomeni" ad aver anticipato le positive trattative di Ronaldinho, Ibrahimovic e Robinho, non siamo dei "venditori di fumo" nel raccontarvele altre che non vanno a buon fine.
Siamo semplicemente dei tifosi come voi, che soffrono o gioiscono come voi e che sanno bene quanto sia fondamentale e giusto non "giocare" con il sentimento di gente tale e quale a noi.

Permettetemi di ringraziare sentitamente l'amico Guglielmo Mastroianni che esce distrutto da questa estate dove ha dedicato intere giornate a raccogliere notizie e confrontarle tra le varie fonti, con il solo scopo del piacere di condividere la nostra passione rossonera con tutti voi

MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 21 visitatori (57 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=