06.02.11 Genoa-Milan

il POST di Marco Brucculeri

genoa-milan

(clicca l'immagine per ingrandirla)

Se mai fosse stato chiuso, oggi abbiamo la certezza che il campionato è ancora apertissimo.

C'è grande amarezza per questo pareggio pomeridiano contro il Genoa, a Marassi.
In attesa del risultato del posticipo, la nostra classifica tende ad accorciarsi sempre di più e questi due ultimi pareggi rischiano, oltre a far prendere fiducia alle inseguitrici, anche di far loro prendere i punti necessari a raggiungerci in vetta.

Il rammarico è dato anche dal fatto che, dopo il goal del vantaggio di Pato nel primo tempo, il Milan aveva completamente in pugno la partita ed ha invece, con poca cattiveria agonistica, mancato le possibili palle del raddoppio.

Il goal inaspettato sul finire del primo tempo da parte dei grifoni, non ha fatto altro che dar stimolo e compattezza ai nostri avversari, ritrovatisi inaspettatamente in partita e di nuovo sul risultato di parità.

Nel secondo tempo una costante pressione nell'area rossoblu, si è purtroppo sempre infranta contro il muro della difesa genovese, guidata dall'ex Kaladze, voglioso di rivincite.

Gli aspetti positivi da valutare oggi sono la complessiva affidabilità della difesa che, nonostante il goal subito, ha ben lavorato in tutti i suoi interpreti.
Bene Bonera, sicuro come sempre Thiago Silva e volenterosi Yepes ed Oddo, quest'ultimo forse colpevole di non far mai trovare efficacia ai tanti cross effettuati.

Al centrocampo sono mancate, oggi più che in altre occasioni, la presenza e l'inventiva di Pirlo e Boateng, per fortuna, (soprattutto Pirlo), prossimi al rientro.

Per tutta settimana non si è fatto altro che discutere dell'eventuale incompatibilità tra Ibrahimovic e Pato.
Oggi questo problema, per fortuna non si è visto ed anzi, proprio il papero ha potuto beneficiare di un geniale assist dello svedese per trovare la rete del momentaneo vantaggio.
Al contrario, in questa partita così come contro la Lazio, mi è sembrata un po macchinosa la prestazione di Antonio Cassano.
Il nostro 99, nelle ultime prestazioni è stata la copia sbiadita del Fantantonio che ci ha regalato tre assist in quaranta minuti nelle sue prime uscite rossonere.

La classifica ora non è bella come prima, il Napoli vincendo è a sole tre lunghezze.
La seconda squadra di Milano, in questo momento (dovendo ancora giocare il posticipo contro la Roma ed il recupero contro la Fiorentina) è potenzialmente a due soli punti.
Praticamente nelle ultime due uscite abbiamo dilapidato il rassicurante vantaggio accumulato in classifica ed ora ci troviamo a non poter assolutamente più sbagliare.

Sembra assurdo doverlo dire, ma a consolarci oggi è il fatto che nel nostro pareggio abbiamo fatto tutto da soli e non dobbiamo recriminare per eventuali torti subiti.
Da contestare al direttore di gara, a mio avviso, è solamente l'ingiusta ammonizione ad Ibrahimovic.
Non vorrei che qualcuno avesse voglia di non vedere in campo Zlatan nel derby.

Dicevamo, arbitraggio ininfluente a Marassi quest'oggi, speriamo di poter dire la stessa cosa per questa sera nel posticipo.

Continuate a seguirci con le numerose rubriche del Milan Day e Sempre Forza Milan !

 

il PRE di Marco Rizzo

genoa-milan

(clicca l'immagine per ingrandirla)

Per una volta, Galliani e Preziosi saranno nemici. Per una volta l’asse vincente Milan-Genoa verrà meno.
Genoa-Milan: per scoraggiare le inseguitrici.

Partita importantissima dunque. Nella giornata in cui Roma ed Inter si sfidano per decidere chi sarà la reale avversaria rossonera (o per autoeliminarsi entrambe in caso di pareggio a Sam Siro e vittoria del Milan a Marassi) il Milan ha l’obbligo di non fermarsi.
Non che con la Lazio lo abbia fatto. La prestazione è stata buona: terza gara consecutiva senza prendere gol, e tante occasioni create. Tanta sfortuna  sotto porta, una Lazio versione piu’ che provinciale ed un arbitraggio da terza categoria hanno fatto che si che il pareggio fosse il risultato. Ma nessuno stop pericoloso o “mezza crisi” : il Milan, ricordiamolo, è primo in classifica, con 5 punti di vantaggio sulla seconda e con 7 punti di vantaggio sui campioni uscenti, è la miglior difesa ed il migliore attacco.
Parliamo quindi di una squadra in salute. Anche se parlare di “salute” con tutti gli infortuni che abbiamo pare fuori luogo.

Il Macellaio Kozac, spalleggiato dall’arbitro Damato, ha fatto si che ne avessimo due nuovi sulla nostra lunghissima injury list: Bonera e Legrottaglie sono stati infatti malmenati, e almeno uno dei due sarà out.
Anche se, tuttavia, l’emergenza lentamente rientra. Ne parleremo più avanti, ma qualcuno dei “nostri” tornerà a darci manforte già a Genova.

Veniamo ai nostri avversari: Preziosi, il re del mercato di Luglio aveva messo su una squadra davvero interessantissima e l’aveva messa a disposizione a Gasperini.
Ora, a 6 mesi di distanza, i giocatori acquistati a Luglio si sono rivelati non azzeccati (Eduardo e Veloso su tutti), l’allenatore è stato allontanato (al suo posto Ballardini) e il mercato di Gennaio ha di nuovo rivoluzionato la squadra, tra addii e new entry.
I rossoblu, tuttavia, non hanno spiccato il volo: si trovano in una zona medio-bassa, con 27 punti (anche se col Derby da recuperare) e un pubblico in subbuglio.
Tuttavia ci sono individualità sempre interessanti e talenti pronti ad esplodere da un momento all’altro.
L’attacco stenta a segnare con regolarità, ma la difesa rimane la seconda meno battuta del torneo.
Incentrando l’analisi sulle sole gare giocate in casa, il Genoa, ha ottenuto solo 4 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte. 11 i gol fatti mentre sono 14 i gol subiti. Negli ultimi quattro incontri casalinghi, i rossoblu hanno totalizzato quattro punti.
Tuttavia il Genoa rimane il Genoa e quindi la squadra è assolutamente da prendere con le molle.

Si diceva in apertura della vicinanza tra Preziosi e Galliani: tantissimi gli affari fatti dalle due dirigenze: da Strasser a Zigoni, passando per Amelia, Boateng, Paloschi e Kaladze. Sena dimenticare l’affare Criscito: non riuscito a Gennaio, ma rimandato a Giugno, quando Domenico sarà rossonero.

Ora, qualche precedente.
Genoa-Milan è andata in scena a Marassi 42 volte: 11 le vittorie del Genoa, 13 quelle del Milan, 18 i pareggi. Le reti realizzate dai genoani sono 46, mentre quelle rossonere 56.
Per l’ultimo successo rossonero bisogna tornare indietro alla prima giornata della stagione 2007/2008. Era il 26 agosto 2007 e la formazione allora allenata da Carlo Ancelotti ottenne una bella vittoria esterna imponendosi per 3-0 sui rossoblu.
L’anno successivo fu invece una dura sconfitta: 2-0 quasi senza storie.
Ecco gli ultimi precedenti:
1981-82: GENOA-MILAN 1-2
1983-84: GENOA-MILAN 2-0
1989-90: GENOA-MILAN 1-1
1990-91: GENOA-MILAN 1-1
1991-92: GENOA-MILAN 0-0
1992-93: GENOA-MILAN 0-0
1993-94: GENOA-MILAN 0-0
1994-95: GENOA-MILAN 1-1
2007-2008 GENOA-MILAN 3-0
2008-2009 GENOA-MILAN 2-0
2009-2010 GENOA-MILAN 1-0
L'ultimo precedente tra il Genoa e il Milan in casa dei rossoblù risale alla scorsa stagione, quando alla penultima giornata del girone di ritorno i padroni di casa si imposero per 1-0 grazie alla rete di Sculli al 58'. Quella gara fu giocata a porte chiuse per gli scontri nella mattinata tra le tifoserie, dovute al celebre episodio Spagnolo. Ecco, domenica torneranno a Marassi i tifosi rossoneri. Speriamo che ci sia gente matura e che tutto si possa superare, anche vista l’amicizia dimostrata dalle due società.

Veniamo alle scelte dei due allenatori.
Ballardini non ha grossi problemi di formazione, dato che la maggior parte della rosa sarà a disposizione .
Il dubbio principale è quello riguardante il modulo: mettersi con il classico 4-4-2, dato che ha gli uomini per farlo, oppure mettersi a specchio rispetto ai rossoneri così da metterlo in difficoltà negli 1 vs 1 ?
Su questa scelta si basa anche la scelta dei singoli.
In porta c’è il dubbio Scarpi-Eduardo: il portoghese, dalla storia struggente, continua a fallire. Pronto allora il portiere della risalita in A. Il favorito, tuttavia, rimane Eduardo.
La difesa a 4 vedrà: Rafinha a destra, Kaladze-Dainelli in mezzo e Criscito a sinistra.
Il centrocampo vedrà Mesto a destra, il neo arrivato Kucka e Milanetto in mezzo, mentre a sinistra agirà il Capitano Rossi. Nel caso di centrocampo a rombo, Mesto lascerebbe il posto a Jankovic, che agirebbe da trequartista. Rimane tuttavia favorita la soluzione a 4.
L’attacco, in ogni caso, vedrà Palacio e Floro Flores, con Albertino Paloschi pronto ad entrare.
Konko e Veloso dovrebbero partire dalla panchina, ma non è escluso che Ballardini li lanci in mezzo a sorpresa.

Venendo ad Allegri, l’emergenza non può non essere considerata.
Rimangono fuori: Amelia, Zambrotta, Nesta, Legrottaglie, Abate, Ambrosini, Boateng, Strasser, Inzaghi.
Finalmente qualcuno recupera: chi dalla panchina, chi dal 1’ minuto, recuperano: Pirlo, Seedorf, Van Bommel(dalla squalifica) e Gattuso.
Quindi la formazione vedrà Abbiati in porta.
La difesa a 4 vede un solo dubbio: Bonera o Oddo sulla destra. In mezzo Yepes-Thiago Silva, con Antonini a sinistra.
Il centrocampo a tre prevede Van Bommel davanti alla difesa, con Gattuso a destra, mentre a sinistra c’è un grosso dubbio: Flamini è appena rientrato e non si vuole spremerlo mentre Emanuelson non ha convinto a pieno in quel ruolo. Tra i due litiganti potrebbe godere il terzo: Alexander Merkel.
A trequarti giocherà Robinho, sempre importante, mentre Seedorf rimane un’alternativa.
Davanti unico sicuro è Ibra. Al suo fianco l’eterno dubbio: Pato o Cassano ? Sembra che a spuntarla sarà il Papero. Il sentore che lo scudetto del Milan passi per i suoi gol c’è. Perderlo per strada sarebbe quindi deleterio. Cassano non è al 100% e può essere decisivo dalla panchina. Per lui c’è ancora aria di derby.

Dunque partita importantissima. Nella speranza che il Signor Mazzoleni non sarà protagonista come lo sono stati Tagliavento a Catania e Damato con la Lazio.

Gli altri parlano di arbitri (Juve), di <<Remuntada>> (Inter), di rosa corta (Napoli) e di problemi societari(Roma).
Noi non parliamo. Vinciamo…
Forza, ragazzi!!


MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 2 visitatori (35 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=