06.01.11 Cagliari-Milan

il POST di Marco Brucculeri

cagliari-milan

(clicca l'immagine per ingrandirla)

L'ultima giornata di campionato del periodo festivo, ci ha fatto avvicinare al camino per ritirare la nostra calza, con la stessa sensazione di un bambino al primo giorno di scuola nel momento in cui i genitori lo salutano.
Questo perchè, nonostante la divertente notizia della caduta della Befana all'ora di pranzo, sorpresa da una tempesta di parmigiano, le tante assenze di questa giornata (Boateng, Pirlo, Nesta, Flamini e soprattutto Ibrahimovic), ci hanno fatto affrontare questa delicata trasferta di Cagliari, con la consapevolezza di dover fare l'impresa.

Nel ritorno da ex, sull'isola sarda, Massimiliano Allegri schiera Abbiati in porta, Antonini, Thiago Silva, Bonera e Abate a completare il reparto difensivo.
Centrocampo inedito composto da Seedorf, Ambrosini e Gattuso sulla mediana, con il giovane Merkel alle spalle degli attaccanti, Pato e Robinho.

Fin da subito, nonostante una grossissima occasione fallita da Robinho, si avverte in maniera importante l'assenza del gigante svedese in attacco.
I suoi movimenti e la sua capacità di “ripulire” ogni palla sporca che arriva dalle retrovie, mancano alla nostra manovra offensiva ed evidenziano, a mio avviso, la necessità di intervenire in questa sessione di mercato per acquisire una prima punta.

Un colpo di testa di Canini su calcio d'angolo, stampandosi sul palo, ci ha fatto notare l'assenza di Zlatan anche in fase difensiva, dove ormai da inizio stagione, ogni calcio d'angolo o palla a gioco fermo avversaria, si stampano sulla fronte del nostro numero 11 per permettere a noi tifosi di non abusare di Melissa e Passiflora.

Come nella partita giocata al Sant'Elia nella scorsa stagione, sembra che Cagliari e Milan si divertano a gareggiare su chi commette gli errori più grossi, regalando in continuazione disimpegni imprecisi, rinvii azzardati dei portieri (Abbiati miracolato dopo aver rinviato palla sui piedi di Nene) e occasioni da goal clamorosamente sprecate.

Primo tempo che finisce quindi con le reti inviolate e per noi con l'infortunio di Gattuso, sostituito poi nei primi minuti della ripresa.

La sensazione, vista la qualità ed il momento degli avversari, oltre alle tante defezioni nel nostro organico per questa giornata, è quella di dover staccare dal camino una calza piena di carbone.

La sorpresa invece è quella di aprire la calza e trovarvi dentro un preziosissimo diamante della Sierra Leone:” RODNEY STRASSER !

E' lui a sostituire Gennaro Gattuso e ad inserirsi con puntualità nel nostro centrocampo, regalando polmoni e qualità.

I regali però non finiscono, nell'ultimo quarto d'ora entra in campo il nuovo acquisto Antonio Cassano e, proprio da un suo assist, nasce il goal partita per il definitivo 1 a 0, firmato dal diamante Rodney Strasser, al suo primo goal in serie A.

L'entusiasmo è alle stelle.
La consapevolezza è quella di aver portato a casa tre punti pesanti come un film di Nanni Moretti ma utili come il sale in cucina.

Sono queste le partite dove si svoltano i campionati, le partite che tolgono entusiasmo alla rincorsa degli avversari e danno alla squadra la capacità di soffrire per raggiungere l'obbiettivo finale.

La classifica ci vede ora a 39 punti, con nuove lunghezze guadagnate sulla Juventus e sulla Lazio.

Con la testa già proiettata all'impegno di domenica prossima contro l'Udinese, possiamo salutare queste festività natalizie con la favola della serata, quella del principe che decide di diventare ranocchio e sedersi nello stagno di Appiano Gentile.

Speriamo che, pur gracidando con eleganza, trovi in quello stagno il contrario delle feste e dei fasti che viveva prima a palazzo

 

il PRE di Marco Rizzo

cagliari-milan

(clicca l'immagine per ingrandirla)

Sembra passato un sacco di tempo da Milan-Roma, da quella delusione infertaci da Borriello.

E’successo di tutto nel frattempo: Leonardo clamorosamente all’Inter, Cassano neo arrivo in rossonero e Ronaldinho che dà l’addio, Kaka che sembra vicino ai nerazzurri  ed un Milan mai così attivo sul mercato di gennaio.

Invece sono passate appena due settimane.

Si torna a giocare e non sarà una partita come le altre.
Non sarà una partita come le altre in primis per il nostro allenatore.
Per Allegri tornare a Cagliari non sarà normale: la squadra, i tifosi, l’ambiente che gli hanno permesso di essere quello che è ora, di essere l’allenatore del Milan.
Non sarà una partita come le altre perché, ad eccezione di quell’inutile Milan-Ajax, sarà la prima partita senza Zlatan Ibrahimovic.
Sapremo finalmente se la stucchevole “tiritera” dell’Ibra-dipendenza è effettivamente fondata.
Non sarà una partita come le altre, perché siamo in emergenza: 6-7 giocatori potenzialmente titolari saranno out. Bisognerà vedere come affronterà la squadra la prima vera emergenza stagionale.
Non sarà una partita come le altre perché nel corso della partita vedremo certamente un altro grande esordio in maglia rossonera: l’esordio di Antonio Cassano.
Infine non sarà una partite come le altre per Rodney Strasser.

Con tutta probabilità sarà il suo meritato esordio in rossonero. Un’emozione che finalmente arriva per lui, meritata. Ma finalmente anche per noi: era tanto che non vedevamo lanciare un giovane in una partita che conta davvero.
Il peccato è che si debba sempre aspettare le emergenze. Accontentiamoci.

Dunque Cagliari-Milan, al Sant’Elia.

Vediamo qualche precedente:
Il Cagliari ospita il Milan in campionato per la 30.a volta nella storia.
Il bilancio delle 29 precedenti sfide andate in scena in terra sarda è favorevole agli ospiti che hanno conseguito 11 successi a fronte di 4 sconfitte. Il risultato di parità si è registrato, complessivamente, in 14 circostanze.
L'affermazione interna più recente del Cagliari risale al 18 ottobre 1998: i rossoblu prevalsero per 1-0 in un incontro valevole per il quinto turno del campionato di Serie A 1998/99 grazie ad una rete di De Patre al 19'.
Il successo esterno più vicino nel tempo ottenuto dal Milan è il confronto dello scorso anno.
Al Sant’Elia finì 2-3 una partita bellissima con gol rossoneri di Borriello e Huntelaar ed un autogol di Astori.

Detto questo, vediamo come arrivano le due squadre all’incontro dell’Epifania.

Il Cagliari arriva in un ottimo momento di forma.
Nonostante la sconfitta prima della sosta contro il Cesena, Donadoni è riuscito a fare cambiare passo alla squadra che con Bisoli aveva trovato più di qualche difficoltà.
Praticamente, ad eccezione di Marchetti, Donadoni ha tutta la rosa a disposizione e quindi avrà ampia scelta, cosa che non potrà fare il suo collega Allegri.
E dunque veniamo alle scelte.
In porta posto da titolare garantito ad Agazzi.
Al centro della difesa una delle coppie migliori del campionato: Astori-Canini. Ad agire sulle fasce ci saranno come sempre Agostini e Pisano, che bene si stanno comportando da un paio di stagioni a questa parte.
Il centrocampo a 3 sarà formato sicuramente da Conti e Biondini. Il terzo  centrocampista uscirà dal ballottaggio Nainggolan-Lazzari, con il primo nettamente favorito.
A completare il 4-3-1-2- ci saranno il trequartista Cossu e le due punte che saranno con ogni probabilità Matri e Nenè, con Aquafresca che ha pochissime possibilità di giocare.

Per quanto riguarda le scelte di Allegri, bisogna innanzitutto dare un occhiata alle assenza.
In difesa saranno out Zambrotta e Sokratis.
A centrocampo non ce la faranno per la gara Flamini, Pirlo e Boateng.
Davanti, come sempre, sarà fuori Inzaghi.
Ed in attacco ha rischiato di essere fuori anche Robinho. Quella maledetta telecamera a Dubai ha rischiato di togliercelo per la gara, già difficile, di Cagliari.
Ed invece ci sarà.
Andiamo con ordine:
In porta Abbiati sarà titolare.
In difesa Abate è ormai inamovibile. Nesta e Thiago torneranno finalmente a far coppia. E si sa cosa succede quando ci sono loro….
Sulla sinistra con Zambrotta out, sarà con tutta probabilità Antonini a prendere il suo posto.
Tuttavia le ultime prestazioni dell’ex Empoli e le buone prove offerte da Oddo e Montelongo in amichevole, lasciano un 1% di dubbio.
A centrocampo ci sono i maggiori problemi.
Allegri ha provato Abate sul centro-destra, senza frutti.
Ha provato anche Thiago Silva davanti alla difesa. Ma l’esperimento non ha portato i frutti sperati.
Ed allora ad esordire dal 1’ ci sarà, come detto, Rodney Strasser.
Assieme a lui ci saranno Gattuso ed Ambrosini, unici superstiti di un centrocampo disastrato.
Attenzione per il Capitano: è diffidato ed una sua eventuale squalifica sarebbe a dir poco deleteria in vista della gara interna con l’Udinese di Domenica pomeriggio.
Seedorf sarà il trequartista del 4-3-1-2 di Allegri, mentre le due punte saranno il rientrante Pato (era ora!!) assieme al recuperato Robinho.
In panchina, pronti a cambiare la sfida ci saranno Cassano e Beretta, che si sono entrambi ben comportati nella partita contro Al Ahli.

Sarà una partita importante anche perché le nostre contendenti non hanno partite impossibili. La Lazio col Genoa, la Juve col Parma e la Roma col Catania. Ci sarà poi in posticipo lo scontro diretto tra Napoli ed Inter, e saremo tutti li a sperare un pareggio e a vederci l’esordio di Leonardo.

In settimana il Presidente Berlusconi ha fatto visita alla squadra ed ha ripetuto il suo solito discorso del Milan padrone del “giuoco” e del campo. Ha ancora una volta inculcato quella mentalità vincente che ci contraddistingue.
Sembra la solita cosa trita e ritrita che dice sempre il Presidente, ma è la filosofia che ci ha permesso di diventare quello che siamo: il club più titolato del Mondo ed è importante tenerla sempre in testa.
Ed allora teniamola in testa anche in quel di Cagliari e sbanchiamo il Sant’Elia.

La voglia di scudetto è fortissima, e gli scudetti passano da queste partite, passano dalle vittorie in emergenza


MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 11 visitatori (38 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=