01.11.11 Bate B.-Milan

il POST Bate Borisov-Milan di Marco Brucculeri

BATE B.-MILAN

(clicca l'immagine per ingrandirla)

Con il cuore e la mente rivolti ad Antonio Cassano, il Milan vola in Bielorussia per conquistare in largo anticipo la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.
Sembra di tornare indietro di anni nel vedere una partita di coppa giocata nel pomeriggio ma, complice il fuso orario, e' alle ore diciotto (in Italia)  che i rossoneri devono trovare la vittoria ed il primo posto nel girone, in attesa di scoprire il risultato serale del Barcellona.

Mister Allegri conferma pressoche' lo schema vittorioso dell'ultima giornata di campionato contro la Roma.
Cambiano invece, rispetto alla gara dell'Olimpico, alcuni interpreti. Taiwo si riprende la fascia sinistra vincendo il ballottaggio con Zambrotta ed Ambrosini sostituisce Van Bommel a centrocampo.
Per il resto, confermatissimo Abbiati in porta, Nesta, Thiago Silva e Abate in difesa.
A centrocampo riproposti Nocerino ed Aquilani con Boateng dietro alle punte Ibrahimovic e Robinho.

Il Bate Borisov prova a fare bella figura davanti al proprio pubblico ma il Milan dimostra fin dai primi minuti di non voler regalare nulla ai padroni di casa.
Gioco piacevole e tocchi di prima per tutto il primo tempo, con i frutti di tale bel gioco raccolti da Ibrahimovic che, dopo una astuta triangolazione con Robinho, insacca a rete per la rete dell 1 a 0.
Prima di vedere le squadre negli spogliatoi, c'e' ancora il tempo per ammirare una grande parata di Abbiati che sventa il possibile goal del pareggio e un paio di occasioni fallite da Robinho, con l'ultima clamorosa, a tu per tu con il portiere, che si spegne sul palo esterno.

Nella ripresa il copione sembra non cambiare con un Milan che domina il campo.
Al 55' invece, ecco quello che non ti aspetti. Discutibile rigore fischiato a  favore del Bate Borisov per un presunto fallo di Abate e bielorussi che trovano un insperato pareggio.
Tutto da rifare quindi per i campioni d'Italia, con un Bate che ora ci crede ed Impegna Abbiati.
Per lo spettacolo, non sicuramente per la nostra ansia di tifosi, la partita diventa improvvisamente piu' bella con continui capovolgimenti di fronte.

Purtroppo pero' il risultato finale non cambia e con il grande rammarico di non aver nel primo tempo chiuso una gara dominata, ci troviamo ora a dover digerire un fastidioso pareggio che ci complica a dismisura la possibilita' di primato nel girone.

Vediamo nel dettaglio la prestazione dei ragazzi, con le pagelle Milan Day:

ABBIATI: 7 salva la nostra porta in maniera decisiva pericolose occasioni create dai bielorussi, per un soffio non para il rigore.
ABATE: 6,5 Ogni pallone in fase offensiva puo' contare sulla possibilita' di scarico dalla sua parte. Sempre presente anche dietro, si fa sorprendere in occasione del rigore.
NESTA: 6 Puo' gestire tutto senza grandi affanni, quando la partita si scalda deve purtroppo uscire per un infortunio muscolare.
THIAGO SILVA: 6 A volte sembra che prenda qualche rischio di troppo in fase di disimpegno ma come Nesta, senza difficolta' argina le folate offensive avversarie, prodigandosi inoltre in preziose chiusure.
TAIWO: 5,5 effettua una importante chiusura difensiva nel secondo tempo e salva quindi una possibile rete. In avanti ancora troppo timido in certi frangenti o avventato in altri, dove prova conclusioni a rete quasi impossibili.
NOCERINO: 6 Solita partita concreta, meno presente di altre volte negli inserimenti offensivi ma nel complesso ormai e' una sicurezza.
AQUILANI: 5 Passo indietro rispetto alla bella prestazione dell'Olimpico. Sostituito da Seedorf, manca l'occasione di confermare il suo buon momento generale.
AMBROSINI: 5,5 Si adopera ad arginare gli attacchi avversari. Dopo un bel primo tempo, cala nella seconda parte.
BOATENG: 5 Forse risente ancora dell'infortunio avuto contro la Roma, sta di fatto che il Principe, pur impegnandosi, non trova la consueta pericolosita' d'attacco e sembra in affanno su alcuni ripiegamenti difensivi.
IBRAHIMOVIC: 6,5 Bel primo tempo e consueto goal. Purtroppo oggi non basta, nella ripresa troppo solo a lottare contro la serrata bielorussa dal pareggio in poi.
ROBINHO: 5 Grande movimento e qualita' nella prima frazione di gara, anche se pesa come un macigno la rete del potenziale 2 a 0 fallita clamorosamente. Nella ripresa sparisce e viene sostituito nel finale da Ganz.
BONERA: 6,5 Sostituisce Nesta e con un grande lancio manda subito Boateng solo davanti al portiere. Preciso e deciso in fase difensiva.
GANZ: S.V. Dopo la bella doppietta siglata con la primavera, entra negli ultimi minuti per sostituire Robinho. Troppo poco per poter essere giudicato.
SEEDORF: 6 Sostituisce Aquilani e regala preziose giocate. Purtroppo non riesce ed essere decisivo ma fa avvertire la sua presenza in campo

 

il PRE Bate Borisov-Milan di Marco Rizzo

BATE B.-MILAN

(clicca l'immagine per ingrandirla)

Prova di maturità doveva essere e tale è stata.
Superata a pieni voti.
Ma dopo la bellissima prestazione di Roma, macchiata dai soliti gol subiti, non c’è tempo per crogiolarsi e per autocelebrarsi, perché arriva subito la partita decisiva dei gironi di Champions.
Bate Borisov – Milan può dare ai rossoneri il lasciapassare per gli ottavi di finale e può spalancare le porte ad un Milan-Barellona decisivo e stimolante da giocare per il primo posto.
Per giocarsi la sfida coi marziani con possibilità oggettive di arrivare primi, la squadra di Allegri dovrà necessariamente vincere in Bielorussia. Altrimenti dovrà aspettare notizie positive da Pilzen, che difficilmente arriveranno.

Il Bate, l’abbiamo visto, è una squadra abbordabile. Ma già nella gara d’andata alcuni cali di tensione potevano costare davvero cari.
A maggior ragione, in Bielorussia, l’attenzione dovrà essere alta.
Il Bate cerca punti importanti per giocarsi il terzo posto con il Plzen, utile per proseguire la propria campagna europea in Europa League.
Un Bate che nel frattempo si è laureato con largo anticipo campiona nazionale.
Ottavo titolo per il Bate ed ennesima soddisfazione per il giovane allenatore Goncharenko.
La vittoria del titolo è arrivata a seguito della vittoria casalinga per 4-2 contro il Torpedo di Zhodino : 61 punti, +12 sulla seconda e campionato archiviato.
La gara in questione si è disputata domenica scorsa. Il Bate ha poi giocato la successiva giornata di campionato giovedì, imbottendo la squadra di riserve. Per la cronaca, la partita è terminata 2-2, dopo che il Bate perdeva per 0-2.
Ma ciò che è da sottolineare è che i giocatori del Bate è più di una settimana che preparano questa sfida.
E nel calcio moderno la condizione fisica che deriva da una migliore preparazione alla partita può talvolta risultare elemento decisivo.

Il Milan di Allegri deve, invece, far conto con un repentino recupero dalla gara con la Roma e la solita conta dei presenti.
Perché se è noto che Gattuso e Flamini sono fuori per infortunio e Inzaghi ed El Shaarawy sono fuori dalla lista Champions, si aggiungono alla lista di quelli che non partiranno per la Bielorussia Mexes, che si è rotto un polso, e Cassano, che al ritorno da Roma è dovuto arrendersi ad un malore che l’ha costretto al ricovero ospedaliero.
In tutto questo Boateng e Antonini rimangono in dubbio per acciacchi vari, Seedorf rientra da un mese di stop, giocatori come Nesta, Zambrotta e Van Bommel meriterebbero riposo e altri come Robinho e Ambrosini non sono ancora in forma.
Ma la gara è troppo importante, in tanti dovranno stringere i denti ed il neo papà Allegri dovrà compiere scelte importanti.

Importanti, fondamentali, dunque, i tre punti. Ed a spingerci verso la vittoria avremo alcuni alleati inaspettati. Tifosi estemporanei.
Mi spiego.
Certamente ci sarà la solita spinta dei coraggiosi tifosi rossoneri che affronteranno la trasferta ed il freddo per andare in Bielorussia a tifare Milan. Ma questa volta non saranno soli.
A tifare Milan ci saranno anche migliaia di tifosi locali. Questo perché la gara non si giocherà a Borisov ma a Minsk.
Lo stadio di Borisov, l’ Haradzki Stadium , infatti, ha una capacità di soli 5mila posti a sedere. Numero insufficiente per la Uefa, che identifica in 10mila il numero minimo di posti a sedere di un impianto per una fase finale di una competizione europea.
Il Dynama Stadium, stadio della Dinamo Minsk, rivale storica del Bate, è invece ben più capiente: 41mila seggiolini.
Si preannunciano quindi tanti tifosi della Dinamo che andranno nel loro stadio per sostenere il Milan nella speranza che batta il Bate.
Il clima sugli spalti, sarà quindi molto caldo. Ma un fattore della gara sarà anche il clima atmosferico.
Molti tifosi sono, infatti, preoccupati del freddo e dell’instabilità del campo che il Milan potrà trovare in quel di Misnk.
Tutto sembra essere scongiurato.
Su Minsk non sono attesi grandi freddi e le temperature dovrebbero aggirarsi attorno ai 6-7 gradi.
Quanto al campo, è apparso in buonissime condizioni nella gara di qualche settimana fa tra Bate e Barca. La speranza è che poco o niente sia cambiato.

Diamo ora un’occhiata a quelle che potrebbero essere le scelte dei due allenatori.

Goncharenko, come detto, ha potuto preparare con largo anticipo la gara e recuperare gli acciaccati.
Difficilmente verrà meno a quello che è il suo modulo preferito : il 4-2-3-1.
In porta andrà Gutor.
La difesa a 4 dovrebbe vedere Volodko sulla fascia destra, Simic e Radkov centrali e il dubbio tra Bordachev e Yurevich sulla fascia sinistra.
I due mediani davanti alla difesa dovrebbero essere Rudik e  Olekhnovich .
Leggermente più avanzato agirà Renan Bressan, senza dubbio il giocatore più interessante della compagine bielorussa.
Ai suoi lati potrebbe agire Bordachev, se non usato sulla linea di difesa, o in alternativa Baga, con Kontsevoi opposto.
Davanti senza dubbio Mateja Kezman, che dovrebbe vincere il ballottaggio con Skavysh .

Allegri, come detto in precedenza, avrà le sue gatte da pelare.
Mexes, Antonini, Flamini, Gattuso, Cassano, Pato, Inzaghi, El Shaarawy saranno certamente assenti.
Boateng e Seedorf rimangono in dubbio. Saranno probabilmente convocati, ma il loro impiego non è scontato.
Gli altri, saranno tutti abili e arruolati.
A partire da Christian Abbiati, che andrà ad occupare il suo posto tra i pali, finalmente rincuorato da una buona prestazione come quella di Roma.
In difesa rimane sempre il solito dubbio a sinistra. Taiwo o Zambrotta ? questa volta pare leggermente favorito Taiwo, ma facilmente sarà un dubbio che porteremo sino all’ultimo.
I compagni di reparto saranno Abate, Nesta e Thiago Silva.
Se all’ultimo Nesta dovesse aver bisogno di riposo, pronti Yepes e Bonera.
A centrocampo Nocerino ed Aquilani sono inamovibili. Dubbio davanti alla difesa tra Ambrosini e Van Bommel, col secondo favorito. A trequarti, se dovesse recuperare, giocherà Boateng, che sarà squalificato in campionato. Altrimenti pronti Seedorf ed Emanuelson, che se in ogni caso non dovessero partire dall’inizio, sarebbero due buone pedine da usare a gara in corso.
Davanti zero dubbi : 2 soli attaccanti a disposizione, e quei due giocheranno.
E non ci va neanche male. Ibrahimovic e Robinho rappresentano infatti una coppia niente male.

Ad arbitrare la sfida sarà il danese Rsmussen.

Il Milan tutto è conscio dell’importanza della partita. Tutti vogliono tornare a far bene in Champions League, la NOSTRA competizione.
Per farlo, per andare avanti nel migliore dei modi, bisogna passare giocoforza dai tre punti a Minsk. In qualsiasi modo.
Per mantenere il primo posto. Per regalarci un Milan - Barcellona d’altri tempi. Per continuare lo slancio.
Per il Milan!
Non fermiamoci

Forza Ragazzi!

MD in all World's language
 
MD in your language
MD em sua língua
MD dans ta langue
MD en su lengua
MD in Ihrer Sprache
MD 在您的語言
MD in uw taal
MD στη γλώσσα σας
あなたの言語の MD
당신의 언어에 있는 MD
MD в вашем языке
MD i ditt språk

Pubblicitá
 
MD Network
 


MD on YouTube
Grazie della visita
 
 
Oggi ci sono stati già 11 visitatori (82 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=